La nascita di un bambino nella comunità di appartenenza, simboleggia da sempre un momento di vita importante anche per la società: ognuno, con il proprio ruolo e i propri valori sarà tenuto a formare le nuove generazioni, certezza del futuro.

Il 2017 nel Vallo di Diano e nel Tanagro si è concluso con circa 452 nascite confermando il numero registrato nel 2016 (450).

Nell’anno appena trascorso, si evidenzia quindi una media pressochè simile: a confermare il più alto tasso di natalità è Sala Consilina con 96 nascite, anche se ha subìto un calo rispetto alle 108 dell’anno scorso.

Seguono i comuni di Teggiano (51 nascite), Polla che ha avuto un incremento rispetto all’anno precedente (48 nascite rispetto alle 34 del 2016) e Montesano sulla Marcellana (47). Mantengono la media annuale senza particolari variazioni Padula (40 nascite) e Sassano (38 nascite).

Lieve incremento per Buonabitacolo con 22 nascite (18 nel 2016), Atena Lucana con 20 (17 nel 2016), San Pietro al Tanagro con 18 (16 nel 2016) e Caggiano con 16 (10 nel 2016)

Lieve calo di nascite a Sant’Arsenio con 11 bebè (17 nel 2016), San Rufo con 10 (19 nel 2016) e Sanza con 9 (11 nel 2016).

La cicogna ha fatto invece visita poche volte ad Auletta (9), Pertosa (6), Casalbuono (6) e Monte San Giacomo (5).

Il 2017 è, maggiormente, un anno “azzurro” : nel Vallo di Diano e nel Tanagro, complessivamente, sono nati 234 maschi e 218 femmine ad eccezione del Comune di Monte San Giacomo dove le uniche 5 nascite sono tutte femmine.

Un bambino rappresenta da sempre un evento ricco di gioia per l’intera comunità: un caloroso augurio ai neo-genitori dalla redazione di Ondanews.it.

– Claudia Monaco –


  • Leggi anche:

12/01/2017 – Lieve aumento delle nascite nel Vallo di Diano. Circa 450 nuovi nati nel 2016

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*