Lo Sporting Sala Consilina vince in Abruzzo sul parquet della Tombesi Ortona ma soffre più del previsto al cospetto di una squadra che si presenta all’appuntamento con una formazione largamente rimaneggiata dopo i tagli di tre elementi operati dal presidente abruzzese con l’apertura del mercato dicembrino.

Una situazione che apparentemente sembra favorire il team salese che a dire il vero parte con il piede giusto e dopo soli 34 secondi sblocca il risultato con Moraes. In molti, a partire dal patron Giuseppe Detta, pensano di assistere ad una goleada e soprattutto di vivere una giornata tranquilla anche alla luce del raddoppio giunto quasi a metà della prima frazione firmato da Egea, ottimamente imbeccato da Manfroi, ma da questo momento lo Sporting esce di scena e dopo aver regalato la rete che dimezza lo svantaggio degli abruzzesi, si vede una partita dove gli errori la fanno da padrone e, dopo una traversa di Egea, i padroni di casa scesi in campo con soli 5 uomini di movimento e praticamente senza cambi, sfiorano il pareggio.

Nella ripresa una giocata di grande effetto di Manfroi riporta sul doppio vantaggio i salesi scesi in campo con la casacca orange. Ma anche questa volta lo Sporting si fa male da solo ed è complice una sfortunata deviazione di Moraes, alle spalle di Gallon. Per Moraes è la seconda autorete (qualcuno tra i più anziani ha pensato subito a Niccolai  difensore del Cagliari degli anni ’70 passato alla storia del calcio per le sue autoreti) e la Tombesi Ortona fa sentire nuovamente il fiato sul collo a Zancanaro e soci e gli ultimi minuti sono una vera e propria sofferenza per i salesi che vedono i fantasmi quando Bordignon colpisce la traversa.

Il risultato non muta e lo Sporting Sala Consilina si porta a casa i tre punti che la fanno risalire in classifica ed è l’unica nota positiva per Detta che appare molto amareggiato: Non trovo le parole per quanto sta accadendo. Contro un’avversaria davvero allo sbando soffrire come abbiamo fatto mi lascia perplesso. E’ necessario cambiare passo altrimenti saremo costretti a soffrire ancora. Qualcosa deve essere fatto alla luce dei notevoli sforzi che la società sta compiendo”.

Intanto quella contro la Tombesi è stata l’ultima gara ufficiale per Bavaresco che lascia lo Sporting e si accasa con l’Ascoli in serie B. E sabato in occasione della 10^ giornata lo Sporting Sala Consilina giocherà al PalaCappuccini con il fanalino Mirafin che finora ha totalizzato un solo punto e ha subito un’altra sconfitta con il Cus Molise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano