Anche lo Sporting Sala Consilina, massima espressione del calcio a 5 a livello nazionale con la presenza nel campionato di Serie A2, ha deciso di partecipare alla “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne”.

La scelta è stata fortemente voluta dal patron del club gialloverde Giuseppe Detta, il quale di concerto con gli altri dirigenti e con tutta la squadra ha voluto dare un segnale per dire NO ad un fenomeno che ogni anno purtroppo continua a mietere vittime.

In occasione delle sedute di allenamento svolte presso il PalaCappuccini, il tecnico Cafù e tutti i calcettisti hanno deciso di presentarsi con un Segno Rosso sulla guancia, un piccolo ma significativo segnale per mostrare la nostra vicinanza alle donne. Questa scelta è stata fatta anche per cercare di sensibilizzare quanti seguono la nostra disciplina e mettere in risalto un fenomeno che purtroppo vede nel corso degli anni sempre più donne rimanere vittime di inaudite violenze. Con questo gesto simbolico ma di grande effetto vogliamo dire che siamo contro ogni forma di violenza ed in particolare in questa giornata che ricorda i soprusi subiti dal mondo femminile. Colgo l’occasione per ringraziare i ragazzi che hanno accolto con grande favore la scelta fatta dal club e il loro Segno Rosso sul volto vuole essere un grido a favore dei diritti delle donne e contro ogni forma di violenza” spiega Detta.

L’auspicio è che questa iniziativa dello Sporting Sala Consilina nelle prossime edizioni possa essere sposata dall’intera Divisione di Calcio a 5.

Per la cronaca è stato il capitano Zancanaro ad incaricarsi di apporre sulle guance dei compagni il simbolo rosso.

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano