La rappresentante per il Cilento del Coordinamento Nazionale Mare Libero APS per la difesa degli interessi diffusi e collettivi dei fruitori di spiagge libere (CoNaMaL), Lia Amato, scrive una lettera aperta agli aspiranti sindaci in corsa nel Cilento costiero per le elezioni amministrative.

Il presidente dell’associazione, Roberto Biagini, lo scorso 9 febbraio è stato ascoltato dinanzi alla decima commissione del Senato in merito alla corretta gerarchia dell’uso e della funzionalizzazione delle spiagge.

Constatato che i sindaci sono soliti confrontarsi esclusivamente con i balneari e non anche con chi rappresenta i molto più numerosi fruitori delle spiagge libere – si legge nella lettera di Lia Amato – seppur consapevoli che la spiaggia costituisca prima di tutto un bene comune e preso atto che il sindaco di Sapri e quello di Camerota non hanno risposto alla richiesta di concessione avanzata dal CoNaMaL in data 2 marzo 2021 (mentre il comune di Viareggio ha risposto e comunque in altre località costiere il CoNaMaL è un interlocutore riconosciuto), con la presente chiede di assumere pubblicamente l’impegno di inserire nel programma elettorale in corso l’argomento del demanio marittimo, con la proposta del piano spiaggia da discutere, prima dell’approvazione, con le associazioni ambientaliste, quelle dei balneari e dei consumatori attive sul territorio”.

Inoltre, nella lettera, la rappresentante per il Cilento di CoNaMaL chiede di prevedere nel piano spiaggia “ampie fasce di spiaggia libera per utenti e famiglie che non hanno la possibilità di sostenere il costo di uso praticato negli stabilimenti autorizzati, impegnandosi a curarne il mantenimento, con apposite regole di uso”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.