carabinieri aprile 2017 7 evidenzaI Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viggiano hanno notificato a due giovani di Marsicovetere un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice delle indagini preliminari del Tribunale per i Minorenni di Potenza.

I provvedimenti sono stati consegnati ai due giovani questa mattina presso le rispettive abitazioni di Villa d’Agri, alla presenza dei genitori. Entrambi, un ragazzo e un ragazza, all’epoca dei fatti erano minorenni e la ragazza lo è tuttora.

I fatti riguardano molteplici episodi di approvvigionamento e cessione di stupefacenti, avvenuti nel periodo di agosto – novembre dello scorso anno.

Le indagini sono state intraprese dai Carabinieri della Compagnia di Viggiano dopo un controllo effettuato nei riguardi di uno studente trovato in possesso di oltre dieci grammi di hashish.

Le successive attività investigative, coordinate dal dott. Carmine Olivieri della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Potenza, hanno permesso di constatare che lo spaccio si svolgeva prevalentemente a Villa d’Agri, soprattutto nei pressi di alcuni locali, e che il bacino di utenza fosse costituito in gran parte da minorenni.

Il traffico riguardava prevalentemente droghe leggere, come hashish e marijuana, ed era in genere di piccolo taglio, per evitare danni in caso di rinvenimenti e sequestri da parte delle Forze di Polizia.

Ciò fa dedurre che la rete costituita dai giovani spacciatori fosse particolarmente attenta tanto che le loro comunicazioni, in particolare quelle telefoniche, erano sempre molto brevi, con espressioni allusive.

Anche questi aspetti, ritenuti molto gravi dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale per i Minorenni di Potenza, hanno influito sulla necessità di adottare gli arresti domiciliari.

– Filomena Chiappardo – 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*