Una cisti enorme, di quelle che quasi mai capita di riscontrare, è stata asportata all’ospedale “San Carlo” di Potenza dall’équipe medica del dott. Sergio Schettini, che ha ridato serenità ad una ragazza potentina di 23 anni.

La giovane, accompagnata al Pronto Soccorso dai familiari, accusava forti dolori addominali ed intestinali. È stata subito visitata e sottoposta ad un intervento chirurgico. Inizialmente si pensava ad un tumore, ma poi si è rivelata una cisti ovarica dalle dimensioni record, composta da una massa liquida di oltre 16 litri. Dimensioni che raramente si riscontrano in una persona giovane. Così come mai era capitato in carriera al direttore del dipartimento Interaziendale Materno-Infantile, il dott. Schettini.

Un importante intervento quello portato a termine dai ginecologi del nosocomio potentino. Per rendere l’idea, la giovane sembrava all’ottavo mese di gravidanza per la grandezza della cisti. Si è trattato di un intervento di delicatezza elevata, effettuato con una tecnica mini invasiva laparoscopica. Prima è stata ridotta la massa liquida tramite l’aspirazione, poi, una volta ridotta a soli 30 centimetri, la cisti è stata asportata. Evitando così ben più gravi conseguenze alla giovane: rischiava la compressione di organi vitali con la rottura della cisti.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano