Il personale del Commissariato di Polizia Statale di Battipaglia, su disposizione del Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Salerno, ha eseguito un’ordinanza applicativa di custodia cautelare in carcere a carico del marocchino 37enne N.S., in Italia senza fissa dimora, ritenuto responsabile di spaccio continuato di hashish. 

Il provvedimento restrittivo è il risultato di approfondite indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Salerno e condotte dalla Polizia Giudiziaria di Battipaglia per contrastare lo spaccio di droga attivo sul litorale delle città di Battipaglia e Eboli.

Lo scorso 3 agosto i poliziotti sulla litoranea di Battipaglia hanno sorpreso il marocchino cedere la droga a due acquirenti giunti a bordo di un’auto. Gli agenti hanno deciso di procedere al controllo ma il pusher, alla loro vista, è riuscito a far perdere le proprie tracce inoltrandosi nella vegetazione della pineta, riuscendo a disfarsi anche di un pacchetto di sigarette contenente 22 grammi di hashish e di un cellulare.

Le successive attività investigative eseguite dalla Polizia attraverso il telefono lasciato dal 37enne hanno permesso di identificare diverse persone di nazionalità italiana che si rivolgevano allo spacciatore per acquistare droga per uso personale. La maggior parte delle persone interrogate ha confermato di contattare il pusher al numero di telefono indicato dagli agenti e così è stato identificato N.S. come colui che materialmente consegnava la droga.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano