Sono iniziati ufficialmente questo pomeriggio a Sapri i lavori di restyling di piazza Plebiscito. Si tratta del rifacimento di uno dei luoghi più importanti della cittadina che va inserito nel più ampio progetto di “Viabilità e collegamento con le arterie stradali intercomunali connesse con le attività turistiche del litorale”, un progetto finanziato dalla Regione Campania con un importo di 1.500.000 euro.

Il rifacimento di piazza Plebiscito è un lavoro importante sul quale puntiamo molto – ha dichiarato il sindaco Antonio Gentileper poter migliorare e rendere più vivibile il paese ai nostri cittadini ma anche ai numerosi turisti che frequentano Sapri.

Presente al taglio del nastro anche il Presidente Commissione Trasporti, Lavori Pubblici e Urbanistica della Regione Campania Luca Cascone per “testimoniare la presenza e la vicinanza della Regione a tutti Comuni e le Amministrazioni“.

La Regione nel piano della viabilità ha investito 700 milioni di euro per finanziare almeno un progetto in ogni Comune – ha dichiarato l’onorevole Cascone – e per poter riqualificare interi territori. Da troppi anni le nostre strade sono in una situazione precaria ed è fondamentale la manutenzione“.

Subito dopo il via ai lavori il sindaco Gentile, accompagnato dall’onorevole Cascone, ha incontrato i cittadini presso l’aula consiliare comunale dove ha illustrato i numerosi progetti messi in campo dalla sua amministrazione.

In questi due anni e mezzo abbiamo ricevuto dalla Regione Campania 12 milioni di euro – ha dichiarato il sindaco – per i tanti progetti che andremo a realizzare e che già abbiamo messo in cantiere. In questo è stato importante il sostegno dell’onorevole Cascone“.

L’ultimo punto affrontato durante l’incontro è stato il completamento del porto di Sapri. “Abbiamo ricevuto il progetto esecutivo del porto – ha dichiarato Cascone – e la Regione stanzierà 8 milioni di euro per la sua realizzazione. Il Presidente De Luca ha infatti da tempo deciso di valorizzare tutti i territori periferici“.

– Maria Emilia Cobucci –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*