Ha avuto luogo ieri sera, presso il Teatro comunale “G. Amabile” di Sant’Arsenio, la conferenza stampa di presentazione dell’VIII edizione del “Festival Teatrale Santarsenese”, manifestazione organizzata dall’associazione culturale “Sant’Arsenio – Ieri, Oggi e Domani”. I saluti iniziali sono stati affidati al sindaco Donato Pica.

Il Festival teatrale è una manifestazione che è nata insieme al nostro gruppo e cresce insieme a noi di anno in anno – dichiara il presidente dell’associazione Giuseppe GrecoIl cartellone prevede 12 spettacoli che vedranno protagoniste diverse Compagnie teatrali amatoriali della Campania. Siamo molto soddisfatti perché questa è una bellissima opportunità che noi vogliamo dare alle nostre comunità, si tratta di spettacoli dall’alto spessore culturale. Il Festival rientra in pieno nello scopo socioculturale dell’associazione che vuole promuovere il teatro, creare aggregazione, combattere la solitudine e la tendenza all’isolamento. Il tutto inizierà sabato prossimo e si concluderà il 25 gennaio”.

Sono intervenuti anche il membro del direttivo dell’associazione Ramona Felicino, l’imprenditore Antonio Biscotti che ha sostenuto l’iniziativa e Vito Capaccio che ha letto una poesia della tradizione locale.

Come sottolineato dal vicepresidente dell’associazione Luigi Biscotti, dietro ogni edizione c’è sempre un grande lavoro. L’associazione lavora ogni giorno affinché la kermesse possa portare risultati positivi per le persone che assistono agli spettacoli.

Ospite della serata è stato l’attore, comico e commediografo Francesco Paolantoni. “Vi faccio i miei complimenti perché per dei ragazzi che, in questo clima sociale, pensano di proporre delle cose d’arte importanti non è facile – commenta –  Svolgete un compito sociale importante. Il teatro amatoriale ha questo compito poiché la gente si è dimenticata che il teatro è cultura. Il teatro di prosa è quasi svanito, c’è solo quello fatto da comici. La gente ha bisogno di un certo tipo di evasione per un abbassamento di pensiero, si vuole solo divertire. Fare il comico è complicato, anche il più bravo non avrà mai la possibilità di fare una carriera come la mia perché non ci sono più i contesti televisivi adatti”.

Ondanews è tra i media partner dell’iniziativa che è sostenuta anche dall’Associazione Giornalisti del Vallo di Diano.

– Annamaria Lotierzo –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*