Ammonta a 953mila euro il finanziamento stanziato dalla Regione Campania a favore del Comune di Sant’Arsenio per la realizzazione della messa in sicurezza e bonifica definitiva dell’ex discarica comunale in località Difesa.

La Regione ha imposto che i lavori inizino con urgenza e dovranno concludersi entro 154 giorni lavorativi. Alla base dell’urgenza c’è la contaminazione “della matrice acque sotterranee – si legge nel decreto – per analiti ferro e manganese i cui valori rilevati sono superiori ai limiti di legge.

La Provincia di Salerno, in seguito alle attività di monitoraggio del sito, ha rilevato per la matrice suolo superamenti delle concentrazioni soglia di contaminazione fissati dal Decreto Legislativo 152/2006 per la destinazione d’uso verde pubblico-residenziale per gli analiti: Arsenico, Berillio, Cadmio, Cobalto, Selenio e Vanadio.

La discarica è finita nell’elenco delle discariche confluito nella procedura d’infrazione “Discariche abusive ed incontrollate” avviata dalla Commissione Europea e che si è conclusa nel 2015 con una sentenza di condanna della Corte di Giustizia Europea.

La discarica è stata aperta nel 1984 e chiusa dopo 13 anni nel 1997.

– Erminio Cioffi –


  • Articolo correlato:

19/3/2015 – Discariche abusive. Multa dell’Unione Europea. Nell’elenco anche quattro siti del Vallo di Diano


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*