Si è tenuta ieri pomeriggio a San Pietro al Tanagro l’inaugurazione del presidio permanente di supporto al cittadino, nato per volontà dell’associazione “+ Insieme Onlus”.

I saluti iniziali sono stati affidati al presidente dell’associazione Piera Aromando e al parroco don Franco Maltempo. A coordinare i lavori è stato Giovanni Graziano.

L’idea è nata nel periodo del lockdown, un momento difficile che ha provato chiunque l’ha vissuto e, ascoltando le paure dei cittadini, abbiamo deciso di creare un presidio a supporto del cittadino – spiega il presidente Aromando – Abbiamo studiato come far crescere la nostra idea e abbiamo ampliato i servizi offerti acquistando anche un elettrocardiografo e un multiparametrico. Si potrà misurare anche la glicemia e il colesterolo. Tutto questo ci permetterà di creare delle giornate di screening perché la prevenzione può aiutare tutti. Siamo sempre a disposizione non solo nelle giornate di prevenzione. Voglio ringraziare chi ha reso possibile tutto questo, l’associazione solidale Kinder che opera a Bolzano ma che è nata tanti anni fa nel nostro territorio”.

L’associazione sin dall’inizio dell’emergenza ha cercato di rendersi utile acquistando delle mascherine che sono state distribuite alla comunità e donando all’ospedale dei fondi per l’acquisto di attrezzature. L’iniziativa vede la partecipazione anche del dottor Silvio Saponara, Responsabile dell’Unità Operativa di Cardiologia presso l’ospedale “Luigi Curto” di Polla e dell’infermiere Daniele Graziano, Caposala del Pronto Soccorso del presidio pollese e responsabile del servizio.

Oggi oltre al taglio del nastro, tagliamo in compagnia dell’associazione un traguardo importante – commenta Graziano – Non saremo una guardia attiva 24 ore su 24 ma il nostro discorso è basato sulla prevenzione. Faremo degli screening che vanno dalla cardiologia alla medicina interna”.

Ripensando al periodo del lockdown e dell’emergenza sanitaria che ha profondamente segnato il territorio, Graziano ha sottolineato che “è stata un’esperienza non da tutti i giorni ma che comunque abbiamo affrontato nel miglior modo possibile. Siamo pronti eventualmente ad affrontare una prossima ondata”.

Penso che questo sportello sia fondamentale perché permette ai cittadini di rivolgersi in loco per le prime diagnosi e una prima assistenza – dichiara il dottor Saponara – Quello che è importante nella medicina è la prevenzione e una malattia vascolare va prevenuta con uno screening o facendo prima un elettrocardiogramma. Come reparto offriamo la nostra disponibilità perché quello che è importante è che poi il paziente visto allo sportello abbia un prosieguo. Nel caso in cui troviamo una patologia è importante che l’ospedale sia disponibile per proseguire l’indagine”.

Un pensiero e un applauso di ringraziamento è stato rivolto agli infermieri presenti che hanno combattuto in prima linea il Coronavirus. Ai cittadini è stata anche misurata la saturazione.

Il servizio è gratuito per tutti e chiunque dovesse avere bisogno può contattare il presidente Piera Aromando al numero 333/9233415 o Daniele Graziano al numero 389/1078304.

– Annamaria Lotierzo –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*