Presentata nella giornata di ieri a Salerno, presso la Sala del Gonfalone, la nuova sfida della Polisportiva Salerno Guiscards, presieduta da Pino D’Andrea, dal titolo “Facciamo squadra per lo sport e per l’inclusione”.

Il progetto, promosso da Sport e Salute, è tra i 22 approvati in tutta Italia . Tra questi, appunto, quello presentato ieri dalla Polisportiva salernitana, in partenariato con il Settore Politiche Sociali del Comune di Salerno, Il Villaggio di Esteban, l’ASD Il Contrappasso, l’ASD Edusport, la Cooperativa Sociale Fili d’erba, Vela Centro Servizi Sociali, l’ASD Tennis Club La Carnale, CSI Salerno, l’ASD Danza e Ginnastica Metelliana e l’ASD Accademia Arkan.

“Sport di Tutti – Quartieri” nasce come intervento proposto per sostenere l’associazionismo sportivo di base che opera in contesti territoriali difficili utilizzando lo sport e i suoi valori educativi come strumento di sviluppo ed inclusione sociale, promuovendo la creazione di presidi sportivi ed educativi, gestiti dalle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche e destinati alla comunità e a tutte le fasce d’età, con particolare attenzione a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, donne e persone over 65.

Il progetto che vede come capofila la Polisportiva Salerno Guiscards avrà inizio a maggio e terminerà a maggio 2023 e sarà caratterizzato da iniziative volte a promuovere e sostenere la creazione di presidi sportivi ed educativi che fungano da centri aggregativi aperti tutto l’anno, destinati alla comunità e a tutte le fasce di età, in forma completamente gratuita. Presenti alla cerimonia al Palazzo di Città, unitamente al presidente Pino D’Andrea, al responsabile dell’area progetti della Salerno Guiscards Marta Peruzzini, al segretario regionale di Sport e Salute Francesca Merenda, al Direttore sportivo del progetto Marcello Giannatiempo  e Sandro Cuomo, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atlanta nella scherma, anche Paola De Roberto, assessore alle Politiche Sociali per il Comune di Salerno. A chiudere la conferenza è stato il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli che ha definito l’iniziativa “davvero importante per la città di Salerno che definirei trasversale perché unisce più settori, tra cui sport e sociale. Il Comune darà supporto, amicizia, disponibilità ed impulso”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.