Nel tardo pomeriggio di ieri, a Salerno, sul Corso Vittorio Emanuele, i militari del Nucleo Radiomobile, su segnalazione di agenti della Polizia di Stato liberi dal servizio, sono intervenuti nei confronti di A.S., 32enne di Cava de’ Tirreni, nubile, nullafacente.

I due poliziotti hanno bloccato la 32enne in evidente stato di alterazione da sostanze alcoliche, che, dopo aver sottratto con la forza ad alcuni 13enni un telefono cellulare, ha cercato di allontanarsi in direzione della stazione ferroviaria.

I due agenti hanno trattenuto con difficoltà la donna che ha opposto forte resistenza sferrando calci e pugni. Sul posto sono giunti i Carabinieri che hanno condotto la 32enne presso gli uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salerno.

La refurtiva recuperata dal personale della Polizia di Stato libero dal servizio è stata immediatamente restituita ai ragazzi mentre i genitori delle vittime accorsi sul posto hanno sporto denuncia.

A seguito della forte resistenza, uno dei poliziotti intervenuti ha riportato 15 giorni di prognosi dovuti alle lesioni riportate.

In serata, espletate le formalità di rito, A. S. è stata tradotta, in stato di arresto, presso la Casa Circondariale di Salerno Fuorni.

Le giovani vittime benché strattonate con forza non hanno subìto lesioni ma solo un forte spavento.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*