Il prossimo 24 luglio si terrà a Sala Consilina un Consiglio Comunale monotematico avente come unico argomento all’ordine del giorno la situazione del carcere di Sala Consilina.

Siamo estremamente soddisfatti che sia stata accolta la nostra proposta dello scorso 3 luglio – afferma il gruppo consiliare SaleSi – , allorquando richiedemmo all’Amministrazione comunale di convocare tale assise comunale per mettere in campo azioni e provvedimenti utili a concretizzare la riapertura della casa circondariale di via Gioberti, ma questa volta non solo sulla carta, bensì nella realtà, soprattutto all’indomani della relazione con la quale il Presidente della Corte d’Appello di Potenza, la Dott.ssa Rosa Patrizia Sinisi, ha sottolineato l’importanza della struttura carceraria di Sala Consilina per il Tribunale di Lagonegro.

Il consiglio del 24 luglio, che si terrà presumibilmente presso il polo Cappuccini, si svolgerà a porte chiuse a causa della normativa anti-Covid, così come gli ultimi consigli comunali tenutisi dopo il periodo di quarantena, ma vedrà la partecipazione di esponenti del mondo della politica territoriale, regionale e nazionale, su richiesta della maggioranza consiliare.

Una proposta, quest’ultima, che ci ha trovati pienamente d’accordo – sottolinea il capogruppo Mimmo Cartolano –, in quanto riteniamo che la riapertura della casa circondariale di Sala Consilina, sia un argomento che debba coinvolgere tutte le parti politiche, senza alcuna differenza di colore, ideologia o credo politico. E’ una battaglia per il territorio e in quanto tale va coinvolto l’intero territorio che è stato vittima di una ingiustizia. Il consiglio comunale del 24 luglio sarà dunque l’occasione per dimostrare la nostra compattezza e forza su argomenti di fondamentale importanza per Sala Consilina e l’intera area a sud della provincia di Salerno“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*