Il dolce suono delle corde di una chitarra e una calda voce femminile. Il tutto condito dal caratteristico suono della fisarmonica di un grande Maestro.

Questo è lo spettacolo che ieri sera si è mostrato agli occhi di quanti si sono seduti nello spazio all’aperto accanto alla piscina del “Dolce Vita Relais” a Sala Consilina che ha ospitato l’anteprima italiana di “Settembre“, il progetto musicale della cantante di origini teggianesi Angela Cicchetti e del chitarrista napoletano Ivan Imperiali. La coppia di artisti, che ha partorito questo eccellente progetto a Londra, dove vivono e lavorano, ha ospitato anche Giosi Cincotti, noto compositore, pianista e fisarmonicista di fama internazionale e originario di Polla.

“Settembre” è un viaggio attraverso i più grandi artisti del panorama musicale italiano che parte da Londra e ritorna alle origini, al Vallo di Diano, al Sud, per omaggiare l’Italia e la sua musica di qualità. Tanti gli artisti riarrangiati e reinterpretati da Angela e Ivan nel corso dell’esibizione di ieri sera. Da Gino Paoli a Mina, da Luigi Tenco ad Adriano Celentano passando per la tradizione napoletana dei grandi brani classici.

Un suono essenziale ma allo stesso tempo elegante, con sottili richiami ad influenze spagnole, brasiliane e portoghesi. Un ritorno alla propria terra, un viaggio nel tempo che riporta a quando da bambini si viaggiava in auto con i genitori e si ascoltavano i pezzi delle grandi voci italiane che hanno fatto la storia della nostra musica.

Uno spettacolo di classe e particolarmente ricercato quello offerto dal “Dolce Vita Relais” di Via Sagnano che per tutto il mese di agosto, ogni martedì, organizza “Musica & Aperitivo” a bordo piscina e tutti i giorni un rilassante happy hour sempre a bordo piscina.

Ai nostri microfoni Angela Cicchetti, Ivan Imperiali, Giosi Cincotti e la direttrice del “Dolce Vita Relais” Federica Cicchetti.

– Chiara Di Miele – 


 


 [fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/632059670305086/” width=”700″ height=”600″ onlyvideo=”1″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*