https://c1.staticflickr.com/1/341/32536537076_ac59fc73c8_o.jpgLastre di amianto, vetri, pneumatici, ferro, elettrodomestici, sacchetti e materiale pericoloso di vario genere, sono stati rinvenuti ieri a Romagnano al Monte dalle guardie ambientali dell’associazione nazionale Protezione Animali, Natura e Ambiente di Salerno dirette da Vincenzo Senatore.

Una vera e propria discarica abusiva di rifiuti pericolosi sversati “a cielo aperto” nei terreni di campagna, lungo la strada provinciale 85 che collega il centro storico con l’attuale centro abitato.

Intanto le guardie ambientali hanno stilato un dossier che è stato inviato al Comune di Romagnano al Monte.

Sarà infatti, il sindaco di Romagnano al Monte Giuliana Colucci, a dover adottare entro 60 giorni, le misure e i provvedimenti per la rimozione e la bonifica dell’area interessata dalla presenza dello sversamento  dei rifiuti.

Se il Comune non provvederà entro i termini stabiliti dalla legge alla rimozione dei rifiuti, il dossier con allegata la relativa documentazione fotografica, finirà in mano alla Procura della Repubblica di Salerno per accertare le eventuali responsabilità.

– Mariateresa Conte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano