In 20 anni il prezzo del gasolio alla pompa ha registrato un rincaro record di quasi il +67%, mentre un litro di benzina costa in media il 45,2% in più. Lo afferma il Codacons, che ha realizzato un’indagine mettendo a confronto i listini medi dei carburanti praticati in Italia tra il 2001 e il 2021, analizzando i dati ufficiali del Mise.

A maggio 2001 un litro di benzina costava 1,097 euro, mentre il prezzo del gasolio alla pompa era in media 0,870 euro/litro – spiega il presidente Carlo RienziOggi, in base all’ultimo monitoraggio settimanale del Mise, un litro di verde costa 1,593 euro, il diesel 1,452 euro al litro. Ciò significa che in 20 anni il prezzo della benzina è salito ai distributori del +45,2%, mentre il gasolio ha subito un rincaro record che raggiunge il +66,9%”.

Tradotto in soldoni – spiega ancora Rienzi – per un pieno ad un’auto di media cilindrata si spendono oggi +24,8 euro per una vettura a benzina e addirittura +29,1 euro per l’auto diesel”.

Il Codacons sottolinea poi come in 20 anni il peso della tassazione sui carburanti sia rimasto inalterato, con Iva e accise che pesano per circa il 64% sulla benzina e per il 60,5% sul gasolio, oggi come nel 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*