Occhio al prodotto “Colatura di alici di Cetara” presente sugli scaffali dei supermercati dei paesi del Vallo di Diano e della provincia di Potenza.

Il Ministero della Salute ha infatti pubblicato un richiamo a scopo precauzionale, perché, a seguito di alcuni controlli, nel prodotto risulta una presenza di un tasso di istamina, una molecola organica- superiore ai limiti consentiti dalla legge.

Per questo il Ministero ne ha disposto il ritiro, di un lotto di migliaia di confezioni, dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017, per tutte le scadenze.

La colatura di alici in questione è prodotta da un’azienda che opera in provincia di Salerno, a Pellezzano. Il Ministero della Salute ne ha dato notizia, raccomandando di non consumare il prodotto interessato, e invitando gli acquirenti a riportarlo al punto vendita.

Pur trattandosi di un prodotto di nicchia, è presente sia nei supermercati delle grandi catene di distribuzione ma anche nelle piccole botteghe di paese. L’eccesso di istamina potrebbe causare sull’essere umano sintomi vari, come mal di testa, prurito, vomito, nausea o un semplice arrossamento sulla pelle.

Il prodotto oggetto del richiamo è facilmente individuabile perché all’interno di alcune anfore in vetro da 100 millilitri, in quattro confezioni diverse con i marchi Iasa, Sapori di Mare, Decò e Riunione Industrie Alimentari.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*