Una delle due panchine rosse presenti a Tramutola, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, è stata vandalizzata ad opera di persone non ancora identificate. E’ accaduto probabilmente nella giornata di ieri nel comune valdagrino. Presa di mira dai vandali la panchina situata nei pressi del terminal bus in Largo San Vito. L’altra panchina rossa si trova sul corso principale, in via Vittorio Emanuele.

Sulla panchina rossa sono state cancellate alcune parole di una frase scritta su una targa. “Forse per non sentire ancora un altro no.. uscire dalla sua bocca dorata.. prima l’ho uccisa e dopo l’ho baciata“, sono alcuni passaggi della canzone “Colpo di Pistola” del cantautore Brunori Sas, scelta dal Comune di Tramutola per la panchina inaugurata il 25 novembre 2018. In particolare, un termine è stato cancellato, sostituito con un altro volgare, grave e offensivo e sono state riportate anche alcune scritte oltre che segni sulla targa con un colore nero.

La panchina venne inaugurata a seguito di un’iniziativa messa in campo dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune e dalla Commissione Regionali Pari Opportunità.

Un gesto di incivili, un gesto – ha dichiarato il sindaco, Francesco Carileinqualificabile. Sicuramente ad opera di maleducati. Una assoluta mancanza di rispetto, non solo per il gesto, ma anche per ciò che rappresenta la panchina rossa. Un gesto deprecabile, una grande offesa“.

In poco tempo, una giovane cittadina di Tramutola ha provveduto alla pulizia ed al ripristino della stessa, ricevendo i ringraziamenti del Sindaco. Resta il gravissimo gesto che ha indignato e non poco una comunità rispettosa, sensibile ed educata come quella di Tramutola.

– Claudio Buono –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*