Ha un cartellone ricco di appuntamenti il progetto di animazione della biblioteca comunale “Raffaele Romano” denominato “Padula, il paese della legalità“, presentato questa mattina a Padula presso la Casa Museo “Joe Petrosino”.

Alla conferenza stampa hanno preso parte gli assessori comunali Filomena Chiappardo e Settimio Rienzo, Giuseppe Abruzzese rappresentante del presidio di Libera e Nino Melito pronipote di Joe Petrosino.

Questo – ha sottolineato Settimio Rienzo – è il primo progetto che ha candidato l’amministrazione Imparato lo scorso anno partecipando a un bando della Regione e abbiamo puntato tutto sulla legalità attraverso attività di sensibilizzazione rivolte soprattutto ai giovani per approfondire la piaga del fenomeno camorristico in Campania“.










Una rassegna cinematografica che inizierà il 3 giugno ed il concorso30 secondi per Petrosino” finalizzato alla valorizzazione della figura del poliziotto padulese attraverso uno spot video, sono alcune delle iniziative inserite nel progetto. Per il vincitore è previsto un premio di € 500.

L’amministrazione – ha spiegato l’assessore Chiappardo – punta molto sulla legalità e nella Casa Museo sarà allestita una sezione separata sulla legalità della biblioteca Romano“.

La Casa Museo è stata arricchita da un piano multimediale dedicato alle mafie e alle antimafie.

Nel progetto – ha spiegato Giuseppe Abruzzese –  è previsto un focus sulla memoria delle vittime innocenti. Noi vogliamo ridare dignità e rendere immortali queste persone, rivivere le storie delle vittime innocenti della mafia significa rivivere la storia del nostro territorio“.

Il progetto, sviluppato con il contributo scientifico del Prof. Marcello Ravveduto, prevede una serie di iniziative tra giugno e luglio 2017.

Si parte sabato 3 giugno con la prima di quattro proiezioni di film che parlano, in modo diverso, di mafie e dei simboli dell’antimafia. Il primo incontro si svolgerà alle 16:00 presso la Casa Museo Joe Petrosino, dove sarà inaugurato lo Scaffale della Legalità nella sezione distaccata della Biblioteca comunale dedicata alla legalità. A seguire, la proiezione del film “La Mafia uccide solo d’estate” di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif.  Nelle settimane successive sono previste le proiezioni di “Fortàpasc”, “Into Paradiso” e “Gomorra”, precedute da un momento di confronto e dibattito sulle tematiche affrontate nelle pellicole.

Domenica 9 luglio è prevista una visita in un bene confiscato alla criminalità organizzata nelle Terre di don Peppe Diana, che permetterà di conoscere il patrimonio storico e culturale attraverso usanze, cucina e buone pratiche, valorizzando luoghi che per tanto tempo sono stati dimenticati ed oltraggiati.

La rassegna si conclude sabato 29 luglio con la giornata “Cultura contro le Mafie” durante la quale verrò presentato il Rapporto sulle Ecomafie 2017 a cura di Legambiente e il workshop-concerto di Maurizio Capone, fondatore dei Capone & BungtBangt e maggior esponente italiano dell’EcoMusic, in cui illustrerà come costruire strumenti musicali partendo da rifiuti.

– Erminio Cioffi –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*