Ha avuto luogo questa mattina, presso l’Aula consiliare del Comune di Polla, la conferenza stampa per dare il via alla serie di eventi “Polla città che legge…Dante“.

Durante la conferenza, avvenuta proprio nel giorno del DanteDì e della celebrazione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, è stato anche presentato in anteprima il video “Polla legge Dante: Uomo – Poeta – Opera“. Il 25 marzo è, infatti, la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri ed è questa la data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio del Poeta nell’aldilà della Divina Commedia.

Mi auguro che questo giorno diventi una vera e propria ricorrenza nazionale durante la quale sia possibile celebrare non solo Dante ma l’intera cultura italiana – sottolinea il promotore dell’evento, il Presidente del Consiglio comunale con delega alla Cultura e Centro Storico Giovanni Corleto -. In queste ore tutta Italia celebra Dante ed anche Polla non è voluta mancare a questo appuntamento. Non potendo celebrare con le persone e con le scuole abbiamo pensato di girare un video con al centro l’opera più importante, ‘La Divina Commedia’. Oltre a questo abbiamo pensato di leggere alcune terzine nel luogo a noi più caro, il nostro Centro Storico. È il primo evento culturale di questa Amministrazione ed è bello che sia in questa giornata. Deve essere un auspicio di fiducia e speranza“.

Corleto ha tenuto a ringraziare il sindaco Massimo Loviso, l’Amministrazione comunale, le associazioni e quanti hanno collaborato e contribuito alla realizzazione del video.

Ringrazio il Presidente Giovanni Corleto per il lavoro che è stato fatto – dichiara il primo cittadino Loviso -. Questo è un momento importante per la cultura, per l’Italia e per il mondo ma anche per la nostra comunità cittadina. Sono fiero ed orgoglioso di aver avuto la possibilità di verificare e toccare con mano tutto ciò che è stato fatto in questo periodo. L’iniziativa segna l’inizio del percorso della nostra Amministrazione. Non è semplice organizzare eventi in questo momento di emergenza sanitaria. Questo significa guardare al futuro con occhi diversi. Sono state messe insieme tante energie e professionalità della nostra comunità che dobbiamo valorizzare insieme ai beni artistici. È la prima tappa di un viaggio che proseguirà e l’Amministrazione intende guardare avanti“.

– Annamaria Lotierzo –

x

 


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*