I conti di Equitalia nei confronti del Comune di Polla non sono chiari e l’amministrazione comunale decide di adire le vie legali nei confronti della principale società italiana di riscossione di tributi. A decidere di rivolgersi ad un avvocato è stata la Giunta Comunale che con una delibera ha dato mandato all’avvocato Alessandro Biamonte del foro di Napoli per fare chiarezza su alcune presunte anomalie nelle procedure di recupero di alcuni crediti.

Nella delibera si legge che il Comune di Polla da tempo ha in corso una fitta corrispondenza con la Società Equitalia S.p.A., alla quale viene contestato il fatto di non dare piena contezza all’Ente dello stato attuale delle procedure di recupero delle somme ad esso dovute, relative a ruoli presi in carico dalla Società medesima anche molti anni addietro.

La Giunta guidata dal sindaco Rocco Giuliano contesta ad Equitalia la mancata esibizione “di una puntuale documentazione che – si legge nella delibera – consentisse all’Ente il “legale discarico” delle somme che non può versare nelle casse dell’Ente affidante; e questa dimostrazione non può che essere fornita attraverso la produzione documentale delle cause che hanno impedito la materiale riscossione di quanto dovuto dal debitore erariale”.

L’avvocato incaricato dal Comune ora dovrà provvedere a verificare eventuali inadempienze contrattuali da parte di Equitalia nella riscossione dei crediti per conto del Comune di Polla e nella puntuale ed esauriente rendicontazione sullo stato delle singole pratiche, ed in caso di riscontrata sussistenza di inadempienze provvederà a porre in essere l’azione giudiziale per il recupero di ogni danno subito dall’Ente.

– Erminio Cioffi –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*