I Finanzieri del Comando Provinciale di Potenza hanno sorpreso un cittadino di Maratea che lavorava in nero come operaio in un cantiere edile.

L’uomo è risultato beneficiario del Reddito di Cittadinanza con un assegno mensile di 657 euro incassato a partire dal mese di novembre 2020.

Le Fiamme Gialle hanno denunciato l’uomo all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato che prevede la reclusione da uno a tre anni. E’ scattata inoltre la segnalazione agli uffici dell’Inps per la revoca immediata del Reddito di Cittadinanza.

Nel corso del controllo è emerso inoltre l’impiego di un altro lavoratore dipendente in nero per il quale era in corso una richiesta di indennità mensile di disoccupazione in regime di Naspi (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impego).

A carico del datore di lavoro, sono state applicate sanzioni amministrative e la segnalazione agli Uffici competenti.

– Claudia Monaco –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano