Sono due tedeschi i primi ad aver adottato un blocco delle mura di Paestum. Si tratta di Regine Schach von Wittenau e Uwe Schultze di Amburgo.

I due sono infatti i primi visitatori dell’antica citta magno-greca di Paestum ad aderire al progetto di raccolta fondi per la manutenzione delle mura di una delle aree archeologiche meglio conservate d’Italia.

Il progetto prevede il versamento di 50 euro all’anno per diventare “cittadini di Paestum”, contribuendo alla tutela della cinta muraria dell’antica polis.

Lo scopo è quello di creare una comunità internazionale che ci affianca nel nostro lavoro quotidiano per proteggere il sito – nel senso metaforico, ma anche concretamente” ha  dichiarato il direttore Gabriel Zuchtriegel che nella giornata di ieri ha inaugurato il progetto con i primi due “genitori adottivi”.

L’iniziativa prevede anche sgravi fiscali fino al 65%, grazie alla legge ArtBonus del Ministero dei Beni Culturali.

– redazione –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*