Ancora una volta mi duole constatare che l’Azienda Ospedaliera San Carlo di Potenza non sale agli onori della cronaca per le eccellenze che può vantare tra il personale medico ed infermieristico, ma per la mancanza di diligenza e soprattutto di sensibilità da parte della Direzione generale”. Lo dichiara il consigliere regionale del gruppo Lega Salvini, Dina Sileo.

L’esponente lucana del partito di Matteo Salvini, dopo aver preso parte ad un evento sul Calcio Balilla presso il presidio, racconta di aver ascoltato le istanze dei medici i quali le hanno portato a conoscenza un disagio vissuto all’interno dell’ospedale potentino. “I responsabili del reparto Fisiatria – spiega la Sileo – hanno presentato una nota ufficiale per richiedere uno spazio da destinare alle attività di inclusione per i pazienti diversamente abili. Più volte sollecitato, il Direttore generale ha di fatto lasciato inevasa la richiesta avanzata per i pazienti del San Carlo. I diritti alla salute e all’inclusione, entrambi sanciti dalla Costituzione, sono stati calpestati da una gestione poco attenta”.

Tutto ciò – conclude la Sileo – mi vedrà impegnata, in qualità di consigliere regionale, a sollecitare l’intervento dell’assessore al ramo, Rocco Leone, persona notoriamente sensibile alle tematiche della disabilità, affinché si ristabilisca la tutela dei più deboli, condizione necessaria per definire una società ‘civile’ e caposaldo dell’azione politica della Lega sia a livello regionale che nazionale”.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*