L’ospedale “Luigi Curto” di Polla non potrà più vantare in organico un medico di grande professionalità e da sempre vicino alle esigenze dei pazienti. Il dottore Pietro Greco, primario dell’Unità Operativa Complessa di Neurologia, va in pensione e conclude così una brillante carriera.

Il dottore Greco sarà in pensione dal prossimo 1 novembre dopo 27 anni di servizio e 14 alla guida del reparto. Nel frattempo è già assente al “Curto” perchè sta godendo delle ferie prima del collocamento in quiescenza per raggiunti limiti di età. L’Unità Operativa Complessa di Neurologia, dunque, attualmente vede in servizio soltanto due medici.

Greco da anni si batte a tutela dell’efficienza del “Curto” e più volte è stato tra quei sanitari che, combattendo in prima linea, ha messo anche in luce la carenza di organico, i tagli al presidio e le varie difficoltà incontrate da un ospedale di periferia ma che copre un’ampia e delicata zona, accogliendo anche pazienti dalla vicina Basilicata oltre che facendo da crocevia per tre regioni differenti e trovandosi a pochi km dall’autostrada A2 del Mediterraneo che, soprattutto in estate, è spesso scenario di numerosi incidenti che richiedono il supporto del Pronto Soccorso.

Sono tanti in queste ore i messaggi di auguri rivolti al dottore Greco per questa nuova fase della sua vita, quella dedicata al riposo dal lavoro. “E’ triste lasciare l’ospedale, l’èquipe, i pazienti, il mondo di cui hai fatto parte per 40 anni – afferma -. Ma la mia professione continua. Perchè un medico resta sempre un medico. Io ci sono e sarò sempre per tutti, anche alla difesa dei nostri diritti“.

Al dottore Pietro Greco giungano gli auguri più affettuosi da parte della redazione di Ondanews affinchè, dopo anni di brillante carriera al servizio della comunità, possa da oggi godere serenamente il meritato riposo.

– Chiara Di Miele – 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*