È stata consegnata questa mattina al reparto di Pediatria dell’ospedale “Luigi Curto” un’attrezzatura ludica per allietare il soggiorno dei piccoli pazienti. L’Amministrazione comunale di Polla ha deciso, infatti, di donare una PlayStation 4.

Alla consegna erano presenti il sindaco Massimo Loviso, il consigliere delegato alla Sanità Antonio Filpo, altri componenti del Consiglio comunale, il Direttore Sanitario Luigi Mandia e il Primario del reparto Teodoro Stoduto.

È stato anche accolto un nuovo medico del reparto di Chirurgia Generale. Si tratta del dottor Renato Patrone, medico oncologo, che ha preso servizio già questa mattina e proviene dall’ospedale “Pascale” di Napoli.

Da oggi Polla ha un nuovo medico grazie alla collaborazione con il consigliere regionale Corrado Matera, con i sindaci, con Michele Di Candia, con il Direttore dell’ospedale e con il Primario della Chirurgia. Il dottor Patrone ha preso servizio come specialista ambulatoriale – dichiara il primo cittadino Loviso -. C’è bisogno di difendere questo ospedale, guardare avanti e potenziare quello che è l’organico dei vari reparti. Un’attività intensa si sta svolgendo in queste settimane e stanno arrivando i medici. C’è bisogno di impegno corale e unità“.

Come annunciato dal Primario del reparto di Chirurgia Aurelio Nasto, durante la visita tenutasi nella giornata di ieri da parte del Primario di Oncologia di Pagani, il reparto di Polla entrerà a far parte del GOM (Gruppo Oncologico Multidisciplinare) per le patologie oncologiche.

Avremo così la possibilità di dare il meglio ai nostri pazienti – commenta -. Sentiamo vicina l’Amministrazione e i politici, dateci ancora una mano e noi faremo il possibile. Con gli altri Direttori c’è un buon rapporto, il mio gruppo è molto valido e ho degli ottimi chirurghi sempre disponibili. Dobbiamo sfatare il mito che le grandi città possono offrire più dei piccoli centri. Questo ospedale è il giusto rapporto tra richiesta, possibilità e risposta. Essere piccoli non significa essere limitati“.

Il dottor Patrone ha commentato a caldo il primo giorno di servizio presso il presidio ospedaliero pollese e ha sottolineato: “La struttura è assolutamente valida e per niente di periferia. Le sale operatorie sono ampie e spaziose e il reparto è nuovo. Sono stato accolto molto bene e tutti i colleghi sono stati disponibilissimi“.

– Annamaria Lotierzo –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*