Domani, presso l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, si terrà il convegno “L’Endocrinologia nello studio di Medicina Generale”, appuntamento biennale giunto alla quarta edizione che vede a confronto specialisti di varie branche e medici di base.

Endocrinologi, pediatri, ginecologi ed altri specialisti affronteranno le malattie endocrine più diffuse insieme ai medici di base per realizzare quel percorso di cura tra ospedale e territorio, necessario per dare al paziente la continuità terapeutica di cui ha bisogno. Verranno trattate le più comuni malattie della tiroide, l’obesità, il diabete, l’osteoporosi ma anche patologie più rare come il piede diabetico e l’ovaio policistico.

Anche quest’anno tra i relatori saranno presenti esperti provenienti da diverse Università e Centri di ricerca tra i quali la Federico II di Napoli, l’Humanitas di Milano e l’Università di Salerno. Tra le relazioni più attese quella sull’obesità negli adolescenti che costituisce una vera emergenza per il nostro Paese e che verrà tenuta dalla professoressa Melania Manco dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma, esperta di fama internazionale.

Il professor Puzziello tratterà dei nuovi interventi mini invasivi per rimuovere i noduli tiroidei mediante la radiofrequenza che da poco ha introdotto presso il “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”. Il professor Mario Carrano discuterà delle nuove tecnologie per il trattamento del diabete mediante il microinfusore e i nuovi sensori sottocutanei per il monitoraggio della glicemia.

Il convegno è organizzato dal professor Mario Vitale, docente di Endocrinologia dell’Università di Salerno, con il patrocinio dell’Ordine dei Medici, dell’Università di Salerno, dell’associazione dei Medici di Medicina Generale e delle principali associazioni endocrinologiche.

– Chiara Di Miele –

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*