Se non è un miracolo, poco ci manca. Una bambina nata prematuramente dopo 22 settimane e 3 giorni è stata dimessa dopo sei mesi dall’ospedale “San Carlo” di Potenza. Quando è nata, pesava appena 580 grammi. Praticamente ha trascorso più tempo nell’incubatrice che nella pancia della mamma. Ma ora, dopo mesi di cure, di osservazione ma anche di preoccupazione per la giovane coppia, Eleonora e Giuseppe di Vietri di Potenza, la piccola sta bene ed ha lasciato il reparto di Terapia intensiva neonatale del nosocomio potentino.

Maria, questo il suo nome, era nata lo scorso 13 settembre, alla ventiduesima settimana di gestazione. E’ stata subito ricoverata presso la Neonatologia, nel reparto diretto dalla dottoressa Camilla Gizzi. Le sue condizioni di salute, nonostante la bassissima età gestazionale, sono considerate soddisfacenti dai medici. Maria ha raggiunto i 50 centimetri di altezza e ha superato i tre kg di peso, valori standard alla nascita. La piccola respira autonomamente e la risonanza magnetica al cervello ha avuto esito negativo ed è stata sottoposta a laserterapia per la retina.

Un grazie di cuore è doveroso a tutta l’équipe medica che ha curato nostra figlia – ha dichiarato la giovane coppia vietrese – un grazie particolare alla dottoressa Rossella Lapolla, le associazioni Cucciolo Onlus e Colazione da Tiffany e tutto il personale di Neonatologia, Ostetricia e Ginecologia per la grandissima competenza e professionalità”.

Si tratta di un rarissimo caso, un importante successo per il San Carlo e una grande gioia per genitori e familiari. La piccola Maria è finalmente a casa.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano