Il Gup del Tribunale di Lagonegro ha rinviato a giudizio l’ex direttrice dell’ufficio postale di Monte San Giacomo, Lucia Anna Darino, finita sotto inchiesta per la sottrazione dai conti postali di circa 40 persone di una somma complessiva pari a circa 1,1 milioni di euro.

A far venire alla luce gli ammanchi dai depositi dei risparmiatori sono stati, grazie ad un’articolata attività di indagine iniziata nel 2013, gli uomini della Tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina coordinati dal luogotenente Giuseppe Iannarelli.

Nello specifico, stando a quanto emerso dalle indagini sarebbero stati sottratti dai conti correnti e dai libretti dei risparmiatori, molti dei quali residenti all’estero, accesi presso l’ufficio postale del piccolo centro del Vallo di Diano, 1 milione 123mila euro. Le ipotesi di reato sono falso ideologico, falso in scrittura privata, peculato e soppressione di documenti originali.

L’ex direttrice è imputata per il reato di peculato anche in un altro processo che è di fatto una costola dell’inchiesta che ha portato al rinvio a giudizio. In questo caso il processo penale ha preso il via già il 14 aprile dello scorso anno.

Sono state rinviate a giudizio anche tutte le altre persone coinvolte nella vicenda, tra queste anche alcuni familiari dell’ex direttrice.

 – Erminio Cioffi –


  • Articolo correlato:

14/4/2016 – Monte San Giacomo: ammanchi nei conti postali. Al via processo per l’ex direttrice


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*