Il sindaco di Moliterno, Antonio Rubino, annuncia due nuove iniziative a sostegno delle attività commerciali, artigianali e delle partite Iva del comune valdagrino. La Giunta comunale ha infatti approvato due bandi del valore complessivo di 140mila euro e due progetti sociali da 34mila euro, per venire incontro alle esigenze dei soggetti economici operanti in una comunità fortemente colpita nella prima fase della pandemia e fiaccata dal perdurare dell’emergenza sanitaria.

I primi 134mila euro derivano proprio dai fondi ex “zone rosse” stanziati dal Governo a favore di quei Comuni che subirono il completo isolamento nel corso della prima ondata di contagio da Covid-19. Moliterno fu il primo Comune Zona Rossa in Basilicata. Rientrano in questa partita i 24mila euro destinati a un fondo per aiuti socio economici a famiglie in difficoltà; 10mila euro saranno impiegati per la realizzazione del progetto “Moliterno cardioprotetta” che prevede l’acquisto di defibrillatori e corsi di formazione rivolti ai cittadini per il loro utilizzo. Ma la fetta più consistente è senz’altro il bando da 100mila euro per la messa a disposizione di contributi a fondo perduto per le attività commerciali, imprenditoriali e artigiane e i titolari di partita Iva operanti e residenti a Moliterno. Di questi, 50mila euro sono destinati a quelle attività che durante il periodo di Zona Rossa sono state completamente chiuse; 40mila euro alle attività che hanno avuto un calo del fatturato dal 2019 al 2020 di almeno il 40%; infine 10mila euro per i professionisti che possono dimostrare, per lo stesso periodo, un calo del fatturato del 50%. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 10 febbraio.

Va ad avvalersi sui contributi previsti per le aree interne, invece, il bando da 40mila euro che si affianca alle iniziative economiche a favore dei Comuni ex Zone Rosse. Un bando diviso in due sezioni: una dedicata alle start up e l’altra come contribuito di ampliamento alle attività esistenti. Chi vuole aprire una nuova attività, che deve avere sede a Moliterno, può accedere a contributi fino a un massimo di 3.300 euro a sostegno delle spese di avviamento. Ma sarà possibile accedere all’altra metà dei fondi anche per coloro che vorranno effettuare interventi di miglioramento, ristrutturazione e innovazione (acquisto di macchinari, arredi e attrezzature) per attività economiche già avviate, sempre all’interno del territorio comunale. L’avviso scade il 30 maggio.

Con queste iniziative intendiamo immettere nuova liquidità nel tessuto economico della nostra comunità, per sostenere le famiglie gli operatori economici che hanno subito in maniera importante gli effetti della pandemia e, in particolare, della Zona Rossa che ha interessato Moliterno nella primavera del 2020. Ma vogliamo dare un segnale concreto anche a chi deciderà di investire per nuove attività a Moliterno o migliorare quelle esistenti. Non siamo fuori dall’emergenza sanitaria, ma è nostro dovere guardare al futuro dando fiducia a chi decide di vivere e investire nel nostro comune” afferma il sindaco Rubino. Bandi e informazioni reperibili sul sito internet del Comune o contattando gli uffici comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano