Vito Panzella e Tommaso PellegrinoNon è passata inosservata l’adozione del Disciplinare per la concessione d’uso del Marchio del Parco, ad opera del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, che contribuirà a salvaguardare il patrimonio tradizionale, le produzioni tipiche e l’artigianato locale, incentivando e qualificando la produzione di beni e servizi con metodi compatibili con le caratteristiche del territorio dell’Area Naturale Protetta e con le sue esigenze di conservazione.

Anche Vito Panzella, consigliere comunale di Pertosa, si è espresso sull’iniziativa.

La possibilità di ottenere il Marchio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni è un grande risultato atteso da molte aziende agricole – dichiara Panzella – Plaudo all’iniziativa del lungimirante Presidente del Parco Nazionale Tommaso Pellegrino, che sta dimostrando con i fatti l’impegno concreto nella valorizzazione del nostro territorio e la vicinanza alle esigenze dei produttori agricoli. Nel nostro piccolo, abbiamo constatato di persona, con l’amico Tony Addesso, nel nostro Tour ‘Il cammino dell’Olio‘, un viaggio itinerante alla scoperta dell’olio extravergine di oliva dei nostri comuni, e nei vari incontri con molti produttori agricoli, l’esigenza da parte di molte aziende agricole, e non solo, di ottenere un marchio d’area collettivo che potesse dare più forza e qualità ai vari prodotti agricoli. Ora con il marchio d’area collettivo tutto questo sarà possibile“.

Come si legge nel disciplinare, il tutto è stato approvato al fine di promuovere la commercializzazione e il consumo di prodotti che presentino requisiti di indubbia qualità quali quelli biologici, tipici e tradizionali locali, incentivare l’imprenditoria e l’occupazione locale, consentire ai consumatori un’immediata identificazione dei prodotti e delle attività che sono proprie dell’area per essere garantiti della provenienza e garantire la provenienza del prodotto o del servizio attraverso un sistema di tracciabilità che consente di risalire con certezza dal prodotto o servizio al produttore iniziale.

Insomma – conclude Vito Panzella – un grande risultato che fa ben sperare per il futuro dei nostri prodotti agricoli naturali“.

– Maria De Paola –


  • Leggi anche:

29/12/2017 – Arriva il Marchio del Parco Nazionale del Cilento,Vallo di Diano e Alburni per prodotti tipici e servizi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano