Lutto, dolore, incredulità, questi i sentimenti a Montesano sulla Marcellana per la morte di Antonio Stefano Radesca: sentimenti difficili da poter spiegare, come difficile scrivere quanto stia succedendo.

Antonio, 25 anni, si è spento ieri all’alba in seguito ad un incidente in Via Tempa Pilone, avvenuto due settimane fa.

La morte del ragazzo lascia increduli. Il primo pensiero è per lui, per l’interruzione del suo progetto di vita, per i suoi genitori, per lo sforzo che dovranno fare per sopravvivere, per i parenti e per tutta la comunità e spinge a riflettere, a ricercare un senso nella perdita. Una vita che si spegne troppo presto toglie un po’ di futuro e di fiducia a tutti.

Su facebook, un fiume di messaggi e fotografie: le immagini del profilo degli amici e quanti conoscevano “Pilotino“, come veniva affettuosamente chiamato Antonio, si sono oscurate in segno di lutto, dando anche così un segno di vicinanza.

La comunità di Montesano, si è stretta forte intorno alla famiglia di Antonio, alla madre Filomena, al padre Domenico e alla sorella Mariarosaria.

Antonio era un ragazzo affabile, amato e benvoluto da tutti, contagiava tutti con la sua allegria, amava il suo lavoro di trasportatore come il suo “inseparabile” compagno di strada, il suo Scania bianco.

Le esequie saranno celebrate domani, martedì 5 luglio, alle ore 10.00 nella Chiesa del Sacro Cuore Eucaristico a Montesano Scalo. Intanto nel paese è stato proclamato dal sindaco Giuseppe Rinaldi il lutto cittadino. Un dolore, che non deve far perdere la speranza: la speranza del sorriso di un giovane, che va oltre qualsiasi sentimento di impotenza e disperazione, oltre la morte.

– Claudia Monaco –


  • Articoli correlati

3/7/2016 – Montesano: incidente allo Scalo, non ce l’ha fatta il giovane Antonio Radesca

18/6/2016 – Montesano: incidente stradale allo Scalo, 25enne del posto ricoverato in prognosi riservata


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*