Il consigliere regionale della Lega Attilio Pierro, componente della Commissione Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Campania, ha presentato richiesta di un ordine del giorno in seno alla Commissione per tutelare le istanze della flotta campana riguardo alla pesca del tonno rosso.

La questione è stata illustrata nel dettaglio all’assessore al ramo Nicola Caputo che ha dato disponibilità ad affrontare nel merito le rivendicazioni del comparto ittico.

Con nota del 26 maggio – denuncia Pierro – la Direzione Generale del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha imposto il divieto di prelievo accessorio, di sbarco e di commercializzazione di tonno rosso. La decisione, pur basata sulla verifica dei dati relativi alle catture accessorie (by-catch), conferma l’ingiusta sperequazione socioeconomica tra la flotta campana e le altre, segnatamente quella siciliana, delineatasi nel corso degli ultimi anni. Atteso che anche pochi esemplari di tonno rosso accidentalmente catturati rappresentano una rilevante integrazione del reddito, soprattutto in  questo momento di grande difficoltà dettato dalla pandemia in atto, ritengo che la Commissione debba riunirsi con urgenza per  un’approfondita riflessione finalizzata alla proposizione di un nuovo modello gestionale di tali catture che ne permetta una più equa distribuzione tra le varie marinerie locali, da proporre al Governo nazionale“.

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano