Si è tenuto nei giorni scorsi un intenso incontro tra l’Associazione di Genitori e di Giovani Diabetici della Basilicata, con il presidente Angela Possidente e il tesoriere Nadia Errichetti, e l’assessore regionale alla Sanità, Rocco Luigi Leone, sulla situazione dei diabetici di tipo 1 in Basilicata e sulla necessità di intervenire con risposte rapide e piani attuativi.

Si è discusso in particolare sulla difficoltà nel reperire i presidi per microinfusori e sensori sottocutanei e i ritardi nella consegna degli stessi, mediamente calcolati intorno ai due mesi. Una situazione che l’Associazione aveva già portato alla luce ai dirigenti ASP negli incontri tenuti lo scorso mese di giugno e in quello del 1° settembre, considerando che tali presidi rientrano nei LEA  e pertanto non sono acquistabili da privati cittadini.

È stata posta poi l’attenzione sulla mancanza in Basilicata di un Centro di Diabetologia Pediatrica organizzato come previsto dalla legge vigente, sebbene nella provincia di Potenza sia presente una équipe quasi completa, con infermieri e dietisti formati e certificati per l’assistenza in età evolutiva, e che sarebbe auspicabile la presenza di uno psicologo con adeguata formazione.

L’incontro con l’assessore Leone è stato anche l’occasione più ampia per discutere delle problematiche che i bambini e ragazzi vivono quotidianamente, nel percorso scolastico, in ambito sportivo e sociale. Il Diabete di Tipo 1 è ancora oggi una malattia molto poco conosciuta, spesso sono gli stessi medici di famiglia o pediatri a non riconoscerne i sintomi. In tal senso, l’Associazione intende vigilare sulla corretta attuazione del Protocollo regionale per la somministrazione dei farmaci, organizzando laddove possibile incontri di sensibilizzazione in collaborazione con una équipe di medici specialistici.

Angela Possidente e Nadia Errichetti si sono fatte portavoce per l‘istituzione di un registro regionale in cui siano riportati tutti i diabetici di tipo 1 presenti in regione. Una promessa strappata all’assessore affinché questa richiesta possa essere evasa entro il 14 novembre, in occasione della Giornata Mondiale del Diabete.

L’assessore ha preso in carico tutte le richieste dell’associazione e si è mostrato disponibile nel cercare di intraprendere al più presto delle soluzioni. L’Associazione di Genitori e di Giovani Diabetici della Basilicata è pronta a collaborare con le istituzioni e le aziende sanitarie regionali in maniera fattiva affinché si possano risolvere tutte le questioni dei diabetici lucani di Tipo 1 e venire incontro alle esigenze delle loro famiglie.

– Chiara Di Miele –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*