L’Asl Salerno è presente al Forum Risk Management, in corso a Firenze fino al 29 novembre, con uno studio su “Antibiotico resistenza e appropriatezza prescrittiva“.

Iniziato a novembre 2017, lo studio prende spunto dall’emergenza legata all’aggravarsi del fenomeno dell’antimicrobico resistenza, causata dall’utilizzo inappropriato degli antibiotici, che in Campania risulta essere tra i più alti in Italia. Facendo proprie le direttive emanate dalla Regione Campania in attuazione del “Piano Nazionale di Contrasto delle Antimicrobico Resistenze (PNCAR) 2017-2020”, l’Asl Salerno ha iniziato il percorso finalizzato a fronteggiare al meglio questa emergenza.

Lo studio, durato tre anni, si è sviluppato su sei azioni parallele, in attuazione di deliberazioni aziendali, ed ha previsto il coinvolgimento di vari operatori sanitari, in primo luogo i medici di Medicina Generale, nell’intento di informare e sensibilizzare la popolazione.

I risultati ottenuti sono di assoluto interesse. I primi dati rilevano, nei soggetti reclutati, una diminuzione nell’uso degli antibiotici pari circa al 15%, a dimostrazione che il potenziamento delle azioni sinergiche può tradursi in futuro in un guadagno sia in termini di salute che in termini economici, ferma restando la politica aziendale di promozione della salute, che pone al centro l’empowerment dei cittadini e il recupero del rapporto con il medico di famiglia.

Antonella D’Alto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*