Le telecamere del programma “Paese che vai”, in onda su Rai uno ogni domenica alle 9.40, questa mattina hanno trasmesso dal Cilento percorrendo un viaggio alla scoperta delle tracce della civiltà greca e romana.

Il viaggio è iniziato dall’antica città di Poseidonia, fondata dai Greci nel VII a.C. e ribattezzata dai Romani Paestum. Testimonianza dello splendore della città di Paestum sono i tre templi dorici arrivati fino a noi, il Tempio di Era denominato Basilica, il tempio di Atena e di Nettuno. È poi la volta di Acciaroli, paese di pescatori, ove soggiornò per circa dieci giorni Ernest Hemingway e secondo i pescatori qui trovò ispirazione per la opera “Il vecchio e il mare”.

Le telecamere hanno poi condotto gli spettatori a Pioppi, ove il celebre scienziato Ancel Keys negli anni 60 ha studiato il tipo di alimentazione locale, la Dieta Mediterranea, divenuta oggi patrimonio immateriale dell’umanità, e a Capaccio dove un produttore locale ha raccontato le tecniche di produzione della mozzarella di bufala, eccellenza gastronomica campana. È toccato poi a Velia, città gemella di Paestum.

Il viaggio è poi continuato con la presentazione del più grande complesso monumentale del sud Italia, la Certosa di San Lorenzo a Padula, costruzione voluta dai Sanseverino, ricca di bassorilievi che illustrano la vita di San Lorenzo e meta di personaggi illustri quali Carlo V che vi soggiornò col suo esercito di ritorno dalla battaglia di Tunisi e nella cui occasione i monaci prepararono una frittata di mille uova.

Alla fine del programma è stato presentato il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e in particolare le spettacolari spiagge e grotte di Palinuro, tra cui la “grotta del delfino”, chiamata così per la presenza di una stalagmite a forma di delfino.

– Miriam Mangieri –

  paese-che-vai-mozzarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*