Si è tenuto questa mattina, presso l’Hotel Santa Loja a Tito, un meeting territoriale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker, organizzato da Parent Project Onlus, associazione di genitori che convivono con questa patologia genetica rara.

L’incontro è servito per informare le famiglie e le realtà del territorio sullo stato della ricerca, illustrando i filoni pù attuali e più promettenti e sulla gestione clinica dei pazienti: dalla diagnosi, alle corrette procedure fisioterapiche, alla riabilitazione respiratoria, agli aspetti psicologici.

È per questi ultimi motivi che l’associazione Parent Project Basilicata, come noto, ha aperto un nuovo centro di ascolto presso la sede della Banca Monte Pruno a Potenza, che ha messo a disposizione i locali per dare un concreto contributo ed offrire ai pazienti di Duchenne e Becker e alle loro famiglie una ragione in più per trascorrere serenamente la propria vita, guardando con fiducia al futuro.

La Banca Monte Pruno, sensibile a tutte le problematiche sociali e vicina all’associazione con sede a Potenza, ha voluto essere presente all’importante meeting con il Direttore Generale Michele Albanese, che è intervenuto per confermare la vicinanza della Banca alle famiglie.

Era presente, inoltre, il preposto della filiale di Potenza, Michele Landolfi, accompagnato dal collega preposto della filiale di Teggiano, Alfiero Albanese.

Alla fine del suo intervento, il Direttore Albanese ha voluto rivolgere un forte ringraziamento a tutto il team della Parent Project, guidato dal presidente Luca Genovese per la vicinanza e per la grande attività posta in essere a supporto dei bambini e delle loro famiglie, e agli amici Gerardo Laurenzana e Raffaele Olita della sede lucana della Parent Project.

– redazione – 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*