Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni impegnato nella salvaguardia degli insetti impollinatori.

Recependo la Direttiva della Commissione europea tesa alla salvaguardia degli insetti impollinatori, infatti, il Parco ha avviato azioni di monitoraggio nell’ambito di un’azione di sistema che vede coinvolti tutti i Parchi Nazionali per contribuire ad affrontare le implicazioni ambientali, economiche e sociali del declino degli insetti impollinatori, riconoscendone il ruolo insostituibile per gli equilibri ecosistemici.

Purtroppo – riferisce il Presidente del Parco Nazionale Tommaso Pellegrino – con il declino degli impollinatori molte specie vegetali potrebbero a loro volta subire un declino o addirittura sparire insieme agli organismi che direttamente o indirettamente dipendono da esse. Inoltre, il declino degli impollinatori sia in termini di quantità che di varietà ha un impatto sulla sicurezza dell’approvvigionamento alimentare con potenziali perdite per i raccolti agricoli“.

“Insetti impollinatori: biodiversità e servizi ecosistemici” è la problematica trattata dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano