Nell’arco di 48 ore è stato portato a termine lo sgombero dell’Hotel Tanagro così come disposto dal Tribunale di Lagonegro lo scorso 19 luglio.

Da oggi nella struttura non ci sono più ospiti. Per oltre un mese l’Hotel ubicato a San Pietro al Tanagro è stato utilizzato come centro di accoglienza per circa 40 immigrati richiedenti asilo.

L’immobile da diverso tempo è oggetto di vendita all’asta per una esecuzione immobiliare. Il provvedimento di sgombero è stato disposto in quanto il giudice dell’esecuzione ha ritenuto illegittimo il contratto di subaffitto della struttura alla Cooperativa “L’Impronta”, che poi ha sottoscritto con la Prefettura di Salerno una convenzione per dare il via all’accoglienza dei profughi.

Gli atti relativi alla vicenda sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica che dovrà verificare se siano stati commessi dei reati. Gli immigrati sono stati trasferiti in altre strutture presenti nei comuni di Battipaglia, Sarno e Giffoni Sei Casali.

Da indiscrezioni si sa soltanto che nei giorni scorsi sono stati contattati diversi proprietari di immobili ubicati in comuni del Vallo di Diano al fine di verificare la loro disponibilità a sottoscrivere un contratto di locazione per poter utilizzare uno o più immobili come centro di accoglienza.

– Erminio Cioffi –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*