Nella giornata di ieri è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, con relativi allegati, il Decreto Legge del 9 novembre n. 149 (Decreto Ristori Bis) recante “ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Il decreto in esame prevede un ulteriore stanziamento di risorse al fine di fornire un sostegno economico a favore delle attività interessate, direttamente o indirettamente, dalle restrizioni poste in essere dalle autorità a tutela della salute connesse all’emergenza in corso.

  • CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

E’ aumentato di un ulteriore 50% il contributo per gli operatori, individuati nei seguenti codici ATECO che registrano ulteriori restrizioni delle loro attività alla luce delle nuove misure restrittive nelle zone arancioni e rosse:

561030 – gelaterie e pasticcerie

561041 – gelaterie e pasticcerie ambulanti

563000 – bar e altri esercizi simili senza cucina

551000 – Alberghi con domicilio fiscale o sede operativa nelle aree del territorio nazionale individuate come zone arancioni e rosse

Il contributo sarà erogato seguendo la stessa procedura già utilizzata dall’Agenzia delle entrate in relazione ai contributi previsti dal decreto “Rilancio”, per quelli introdotti con il precedente decreto “Ristori” e calcolato secondo quanto specificato da quest’ultimo. Resta comunque riconosciuto il contributo a fondo perduto a favore dei soggetti che, alla data del 25 ottobre 2020, hanno la partita IVA attiva e dichiarano di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nell’ALLEGATO 1, ovvero le attività già beneficiarie del contributo previsto dal primo Decreto Ristori. E’ riconosciuto un contributo a fondo perduto, nell’anno 2021, agli operatori con sede operativa nei centri commerciali e agli operatori delle produzioni industriali del comparto alimentare e delle bevande, interessati dalle nuove misure restrittive. Detto contributo sarà erogato dall’Agenzia delle Entrate previa presentazione di istanza e secondo le modalità disciplinate da apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia. Per le attività operanti nelle zone rosse ed individuate nell’ALLEGATO 2 la percentuale applicata sarà quella prevista da detta tabella.

  • CREDITO D’IMPOSTA SUGLI AFFITTI COMMERCIALI

Per le attività che dichiarano di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nella tabella in allegato, nonché alle imprese che svolgono le attività di cui ai codici ATECO 79.1, 79.11 e 79.12 che hanno la sede operativa nelle aree del territorio nazionale, è previsto un credito d’imposta cedibile al proprietario dell’immobile locato pari al 60% dell’affitto per ciascuno dei mesi di ottobre, novembre e dicembre.

  • CANCELLAZIONE SECONDA RATA IMU

In considerazione degli effetti connessi all’emergenza epidemiologica da Covid per l’anno 2020 non è dovuta la seconda rata dell’imposta municipale propria (IMU) che deve essere versata entro il 16 dicembre 2020, concernente gli immobili e le relative pertinenze in cui si esercitano le attività riferite ai codici ATECO.

  • SOSPENSIONE DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI

Per le attività previste dal decreto legge Ristori che operano nelle zone gialle vengono sospesi i contributi previdenziali e assistenziali per il mese di novembre. Per quelle delle zone arancioni e rosse la sospensione è riconosciuta per i mesi di novembre e dicembre.

  • SOSPENSIONE DEI VERSAMENTI TRIBUTARI PER IL MESE DI NOVEMBRE

Per i soggetti che esercitano attività economiche sospese in qualsiasi area del territorio nazionale è prevista la sospensione delle ritenute alla fonte e dei pagamenti IVA per il mese di novembre.

  • RINVIO 2° ACCONTO IRES E IRAP PER I SOGGETTI A CUI SI APPLICANO GLI ISA

Nei confronti dei soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale e che operano nelle aree del territorio nazionale viene disposta la proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda o unica rata dell’acconto di Ires e Irap.

  • BONUS BABY SITTER E CONGEDO STRAORDINARIO

Per le regioni rosse nelle quali è prevista la sospensione delle attività scolastiche nelle seconde e terze classi delle scuole secondarie di primo grado viene previsto un bonus baby sitter da 1.000 euro. Nel caso in cui la prestazione di lavoro non possa essere resa in modalità agile, il congedo straordinario con il riconoscimento di un’indennità pari al 50 % della retribuzione mensile per i genitori lavoratori dipendenti.

  • SOSTEGNO AL TERZO SETTORE

E’ istituito il “Fondo straordinario per il sostegno degli enti del Terzo settore” con una dotazione di 70 milioni di euro per l’anno 2021, per interventi in favore delle organizzazioni di volontariato iscritte nei registri regionali e delle province autonome, delle associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e delle Province autonome di Trento e Bolzano, nonché delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte nella relativa anagrafe.

  • SOSTEGNO PER AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA

È prevista la totale decontribuzione anche per il mese di dicembre per le imprese attive nei settori della filiera agricola, della pesca e dell’acquacoltura individuate nell’ALLEGATO 3.

Per info: www.studioviglionelibretti.it – info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

PUBBLIREDAZIONALE

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*