Il Covid-19 non fa più paura in Campania e nel Salernitano, ma restano alcuni focolai che in questi giorni stanno preoccupando due comunità degli Alburni.

A Piaggine il sindaco Guglielmo Vairo ha comunicato altri 4 nuovi casi di positività. Ai 12 casi già diagnosticati nei giorni precedenti si aggiungono i contagi accertati dai tamponi molecolari effettuati nelle ultime ore. In totale si contano 16 positivi.

Nell’augurare una pronta guarigione ai propri concittadini l’Amministrazione rende noto che sta valutando l’eventualità di adottare ulteriori misure restrittive per impedire la diffusione del contagio” fa sapere Vairo.

Il virus preoccupa anche Laurino dove il sindaco Romano Gregorio ieri ha firmato un’ordinanza che prevede alcune restrizioni. “Ho dichiarato il territorio di Laurino zona rossa – afferma – . Questo comporta una serie di limitazioni agli spostamenti e soprattutto il coprifuoco a partire dalle ore 22.00 fino alle 5.00. Si invita al rigoroso rispetto di quanto stabilito“.

Sospese le attività commerciali al dettaglio, tranne quelle di generi alimentari e di prima necessità, con chiusura alle 20.30, chiusi i mercati, parrucchieri, barbieri e centri estetici, chiuse le palestre e sospese le attività motorie al chiuso e all’aperto. Per i bar è consentito solo l’asporto fino alle 18 e lo stesso è consentito per ristoranti e pizzerie ma fino alle 22. E’ vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dal territorio comunale e all’interno del paese se non per comprovate necessità, motivi di lavoro o esigenze legate alla salute.

Chiuse piazze e giardini e vietato ogni tipo di assembramento. Coprifuoco valido dalle 22 alle 5. Queste disposizioni restano in vigore fino all’11 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*