Un confronto tra il maestro dell’Arte Contemporanea Michelangelo Pistoletto e gli studenti del Liceo Artistico “Pomponio Leto” di Teggiano si è tenuto oggi nell’Auditorium dell’Istituto.

Dopo aver picchettato 240 paletti dipinti a mano che formano il simbolo del Terzo Paradiso, i ragazzi hanno posto vari interrogativi all’artista.

Hanno preso parte all’incontro, coordinato dal professore Rocco Colombo direttore editoriale di Ondanews, la Dirigente Scolastica Maria D’Alessio, l’assessore allo Sviluppo e alla Promozione del Turismo della Regione Campania Corrado Matera, il sindaco di Teggiano Michele Di Candia, il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta, il coordinatore del Liceo Artistico Germano Torresi.

Presenti anche gli ambasciatori del Terzo Paradiso Tiziana De Tora e Marco Papa che hanno evidenziato l’importanza della partecipazione degli studenti che “fanno comunità, interazione – commentano – Gli studenti sono parte integrante del progetto e impareranno a prendersi cura del Terzo Paradiso che ora è un’installazione, ma diventerà un giardino. Per noi è importante creare un progetto didattico. Questo è solo l’inizio”.

Il Terzo Paradiso si inserisce nel progetto del Parco dell’Arte Contemporanea promosso dall’Assessorato al Turismo della Regione Campania. Grande soddisfazione da parte di Maria D’Alessio per questa occasione che ha favorito l’apertura della scuola al territorio e la messa in pratica dell’indirizzo artistico scelto dagli studenti. Sono stati loro infatti a creare l’opera d’arte corale.

Grazie alla Fondazione Pistoletto e al maestro per aver messo in campo questa iniziativa che lega i centri interni del Vallo di Diano con i grandi attrattori – commenta Matera –. In questo modo si diversifica l’offerta culturale e abbiamo già riscontri sulla crescita della nostra regione, arricchita da nuovi itinerari”.

Compiaciuto ed emozionato, l’artista Michelangelo Pistoletto ha argomentato sulla rinascita che avviene dall’incontro dell’”io” e del “tu” che diventano “noi”, come nel Terzo Paradiso che simbolicamente raffigura l’intersecarsi di due poli opposti da cui nasce una terza entità, 1+1=3.

Mi congratulo con i ragazzi che hanno creato un’opera straordinaria – dice Pistoletto –. E’ una mostra collettiva, fatta da voi, siete voi i protagonisti del mio simbolo, del Terzo Paradiso, che vi consente di imparare a fare quello che volete e metterlo in relazione con l’altro. Questo è un luogo di formazione e dall’arte si crea la società. Bisogna raggiungere un equilibrio morale in questo mondo che fatica a far convivere natura e tecnologia”.

Ornella Bonomo

Gli studenti del “Leto” di Teggiano danno vita al Terzo Paradiso con il maestro Michelangelo Pistoletto

Gli studenti del “Leto” di Teggiano danno vita al Terzo Paradiso con il maestro Michelangelo Pistoletto – https://www.ondanews.it/gli-studenti-del-leto-di-teggiano-danno-vita-al-terzo-paradiso-con-il-maestro-michelangelo-pistoletto/

Pubblicato da Ondanews.it su Venerdì 13 dicembre 2019

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*