La Squadra Mobile della Questura di Avellino ha dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Avellino, con la quale sono stati applicati gli arresti domiciliari a tre persone, oltre alla misura dell‘obbligo di dimora nel comune di residenza nei confronti di altre quattro.

I destinatari delle misure sono ritenuti gravemente indiziati dei reati di associazione a delinquere e favoreggiamento della prostituzione di donne e transessuali di nazionalità italiana e straniera.

I coinvolti si preoccupavano di procurare la sistemazione alloggiativa, provvedevano alla pulizia delle abitazioni e all’accompagnamento delle meretrici nei vari spostamenti gestendo l’attività illecita e un giro di affari stimato in circa 10.000 euro mensili.

Le attività si svolgevano tra le province di Avellino e Salerno, soprattutto a Solofra, Nocera, Mercato San Severino e Capaccio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*