I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Salerno hanno arrestato il pregiudicato 21enne E.A. di Pontecagnano.

Durante un posto di controllo su Lungomare Marconi, i militari hanno intimato l’alt ad una Fiat 500 che procedeva a forte velocità. L’auto ha fatto cenno di fermarsi per poi accelerare velocemente verso uno dei militari che è riuscito con un balzo ad evitare di essere investito. I Carabinieri si sono subito posti all’inseguimento con due vetture, riuscendo a bloccare l’auto fuggitiva con una manovra a tenaglia su Via Leucosia.

Il conducente è sceso dall’auto fingendo di volersi fermare per poi strattonare uno degli operanti e quindi fuggire a piedi di corsa, lanciando un oggetto a terra; il passeggero invece è rimasto in auto in maniera collaborativa. Inseguito nuovamente, il fuggiasco è stato bloccato nelle vicinanze del Comando Provinciale, con molta fatica poiché continuava a dimenarsi e a scalciare verso i militari, tanto da richiedere l’ammanettamento. È stato successivamente ritrovato l’oggetto lanciato, un coltello a serramanico.

Il ragazzo si presentava inoltre con un forte alito vinoso, motivo per cui gli è stato chiesto di sottoporsi all’alcoltest, che ha rifiutato.

I due militari che lo hanno bloccato sono ricorsi a cure mediche con prognosi di 10 giorni ciascuno per contusioni ed escoriazioni varie; è stato richiesto l’intervento del 118 anche per E.A., in stato di agitazione, ma il 21enne ha rifiutato il trasporto in ospedale per altri accertamenti.

Il giovane è stato pertanto arrestato per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, associato al proprio domicilio. Gli sono state infine elevate sanzioni per guida con patente sospesa, mancato utilizzo dei DPI e violazione del coprifuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*