Castellabate organizza le sue spiagge libere ai tempi del Covid, così da disciplinare la fruizione delle giornate al mare per turisti e cittadini in sicurezza lungo tutti i tratti comunali balneabili. È stato disposto, tramite l’ordinanza sindacale n. 35 appena firmata dal sindaco facente funzioni Luisa Maiuri, che l’accesso agli arenili liberi dovrà avvenire esclusivamente seguendo le regole dettate dall’ordinanza del Ministero della Salute del 29 maggio 2021 e sulla base delle linee guida regionali.

Circa la distanza tra gli ombrelloni o altri attrezzi da spiaggia il Comune di Castellabate, per quest’estate, posizionerà dei distanziatori in plexiglass, dei tubolari trasparenti infissi nell’arenile nei quali si dovrà posizionare l’ombrellone o le proprie attrezzature, fornendo così una superficie minima di 10 metri quadrati per ogni fruitore e avviando inoltre un attento monitoraggio. Così si potrà affrontare l’emergenza sanitaria senza rinunciare al turismo, disciplinando gli accessi alle spiagge libere ed evitando gli assembramenti.

A questa regola si aggiungono il distanziamento interpersonale di almeno un metro, il divieto assoluto di assembramento e il divieto di stanziamento sulla battigia. In caso di violazione è prevista una sanzione amministrativa da 100 a 300 euro. Si ricorda inoltre che l’accesso alle spiagge è consentito fino alle ore 20 e di prestare attenzione poiché i distanziatori, essendo trasparenti, potrebbero non essere facilmente visibili nelle ore notturne.

Siamo consapevoli che per un’estate sicura a Castellabate, meta turistica molto frequentata, oltre a mettere a disposizione tali servizi, dobbiamo anche fare appello al senso di responsabilità individuale per evitare assembramenti di persone, indossare la mascherina e seguire le regole per il rispetto reciproco e per il decoro dei luoghi, oltre che per non incorrere in sanzioni” afferma la Maiuri.

L’Ufficio tecnico comunale ha mappato tutti gli arenili così da avere un quadro completo dei posti disponibili da allestire con i relativi segnaposto. Attraverso tale sistema la corretta fruizione sarà molto più ordinata anche in caso di affollamento” commenta l’assessore delegato al Demanio, Marco Di Biasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*