Importante finanziamento per il Comune di Agropoli. L’Ente, guidato dal sindaco Adamo Coppola, è risultato beneficiario di circa 5 milioni di euro da parte del Governo. Si tratta di risorse destinate a progetti di rigenerazione urbana dedicata ai comuni con popolazione superiore ai quindicimila abitanti.

L’amministrazione comunale nei mesi scorsi aveva deciso di rispondere ad un bando nazionale, candidando il progetto di “miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, mediante un intervento di rigenerazione urbana, con ristrutturazione edilizia di immobili pubblici in via Taverne”.

Nello specifico si procederà all’abbattimento e alla ricostruzione con relativo ampliamento dell’immobile comunale che sorge tra via Taverne e viale Lombardia, oggi sede del centro vaccinale, dell’Agropoli Cilento Servizi e di alcune associazioni locali.

Una volta completati i lavori, saranno disponibili nuovi spazi che potranno diventare la casa di associazioni, servizi sociali, culturali, educativi e didattici. Il tutto in un’ottica di completa riqualificazione di via Taverne, un’area sottratta al degrado, dove negli anni sono state già realizzate importanti opere pubbliche come il Palazzetto “Andrea Di Concilio”, il cineteatro “Eduardo De Filippo”, la Fornace e piazza Mediterraneo. Presto, inoltre, prenderanno il via gli interventi di sistemazione del parco “Liborio Bonifacio”.

“Ancora un importante finanziamento per la nostra città – commenta il sindaco Adamo Coppola –. Grazie a questi fondi del Governo potremo avere una palazzina di servizi in via Taverne, completando quel progetto di riqualificazione dell’area che ha già portato alla realizzazione di altre importanti opere pubbliche. La struttura, una volta completata, oltre ad ospitare gli uffici dell’Agropoli Cilento Servizi e le associazioni che già trovano sede nei locali di viale Lombardia, potrà essere la casa di altri enti e sede di servizi, permettendo alla comunità di risparmiare migliaia di euro derivanti dai fitti che oggi siamo costretti a pagare”.

“In pochi giorni il nostro comune è risultato destinatario di quasi dieci milioni di euro, prima per la riqualificazione del Palazzo Sanfelice e poi la palazzina di Servizi in via Taverne. È la dimostrazione – conclude Coppola – del buon funzionamento della macchina amministrativa e del grande lavoro che svolgono i nostri uffici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano