L’iperplasia prostatica benigna rappresenta una patologia molto comune caratterizzata dal progressivo ingrossamento della ghiandola prostatica con frequente insorgenza di disturbi nella minzione. I sintomi tipici di questa condizione sono rappresentati dal rallentamento del getto urinario, dall’attesa minzionale, dalla necessità di urinare più spesso, dall’alzarsi durante la notte per urinare, dall’urgenza minzionale fino all’incontinenza da urgenza.

Una particolare categoria di sostanze utilizzabili nella terapia medica delle affezioni prostatiche benigne è rappresentata dagli agenti fitoterapeutici, in particolare dagli estratti di Serenoa repens.

La Serenoa repens è una piccola palma della famiglia delle arecaceae, endemica lungo le coste sud-orientali degli Stati Uniti. I frutti sono costituiti da piccole bacche globose di colore blu-nero. I farmaci naturali a base di Serenoa repens si ottengono tramite estrazione a partire dai frutti maturi essiccati di questa pianta.

Nei frutti della Serenoa repens sono state identificate numerose sostanze dotate di azione farmacologica. La più importante è rappresentata dai fitosteroli, come il beta-sitosterolo. Questa molecola è in grado di inibire l’enzima 5-alfa-reduttasi, che ha la funzione di trasformare il testosterone nel suo derivato molto più attivo, il di-idro-testosterone (DHT). Dato che la crescita della prostata è fisiologicamnte stimolata dal DHT, l’inibizione dell’enzima 5-alfa-reduttasi ha la potenzialità di ridurre l’ingrossamento prostatico. L’azione antiandrogena del beta-sitosterolo è potenziata dalla possibilità di questa molecola di agire interferendo direttamente con il recettore cellulare del DHT. Altre sostanze attive all’interno dei frutti di Serenoa repens sono rappresentate da alcuni acidi grassi liberi potenzialmente in grado di ridurre la contrazione della muscolatura liscia presente a livello della prostata e del collo vescicale, in modo da favorire il flusso urinario e lo svuotamento vescicale. Ulteriori molecole contenute all’interno della Serenoa repens, come ad esempio i flavonoidi e altre sostanze anti-ossidanti, avrebbero spiccate azioni anti-infiammatorie e anti-edemigene, mediate dalla riduzione della permeabilità capillare e dalla protezione dai danni causati dai radicali liberi.

Di recente è disponibile in farmacia un integratore alimentare a base di olio puro di Serenoa. Contiene 320 mg di Serenoa in forma altamente assimilabile ovvero il dosaggio giornaliero corretto per il trattamento della prostatite o di condizioni che alterano la funzionalità della prostata. Il suo impiego è molto ben tollerato e non comporta effetti collaterali come calo del desiderio sessuale, impotenza e ginecomastia spesso conseguenti all’uso di alcuni farmaci con queste indicazioni.

Bibliografia: www.humanitas.it -www.my-personaltrainer.it – www.dottorsalute.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.