Le cause di scottature in casa possono essere molte e quindi basta una minima distrazione per provocarle. In questo caso è importante cercare di capire, per quanto possibile, la gravità dell’ustione.

Ci sono tre elementi che ci possono aiutare per capire l’entità delle scottature: la profondità dell’ustione, l’estensione e il punto in cui si trova. Ovviamente una bruciatura superficiale ma molto estesa viene considerata grave così come una piccola ma profonda. Non bisogna quindi sottovalutare mai una scottatura specialmente se si trova in zone delicate come il viso. Se non siamo sicuri che si tratta di una bruciatura superficiale è sempre bene rivolgersi al consiglio esperto del medico.

I medici classificano una bruciatura in tre gradi: il primo che coinvolge solo l’epidermide, il secondo che va a intaccare anche il derma, il terzo che arriva ai tessuti profondi e a volte anche all’osso. Quando si ha a che fare con una bruciatura di primo grado la parte è arrossata, scotta e ovviamente provoca dolore. Se si tratta di una bruciatura grave la pelle appare scura e quasi insensibile.

In caso di una bruciatura superficiale e piccola si può intervenire con prontezza ricorrendo ad alcuni rimedi naturali. La prima cosa da fare è, ovviamente, bagnare la bruciatura con acqua fredda, che allevierà il bruciore ed il fastidio provocato dall’ustione. Meglio non usare il ghiaccio, soprattutto a diretto contatto con la pelle, perché può ritardare la guarigione. Inoltre è importante non sfregare la zona ustionata per evitare la formazione di vesciche o peggiorare quelle già formatesi.

Si può poi applicare su una piccola bruciatura una fetta di patata cruda che ha proprietà calmanti ed antidolorifiche e, se utilizzata subito dopo l’incidente, riesce a placare immediatamente i fastidi dovuti all’ustione. Un altro rimedio naturale molto conosciuto in caso di scottatura è l’aloe vera. Il modo più semplice per applicarla è quello di utilizzare il gel all’aloe vera direttamente sulla zona interessata dopo averla sciacquata con acqua fredda. Avrà un’azione lenitiva ed emolliente calmando il dolore quasi subito.

L’olio di cocco e quello di oliva aiutano la pelle a rigenerarsi in caso di bruciatura lieve, soprattutto il primo che è ricco di vitamina E. Anche il miele è utile per disinfettare ed aiutare a guarire le scottature di piccole dimensioni favorendo la cicatrizzazione della pelle.

Bibliografia: www.melarossa.it/www.greenme.it


  Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*