Voglio parlarvi di un disturbo che colpisce soprattutto gli arti inferiori e che peggiora d’estate: a soffrirne sono soprattutto le donne. Un disturbo che peggiora soprattutto quando si assume la pillola anticoncezionale. Oggi in farmacia una mia cliente, la signora Carla, mi dice: “Prendo la pillola da 4 mesi, da un mese a questa parte ho la pancia gonfissima, mi è aumentata la cellulite e ho i capillari rotti sulle gambe. Voglio iniziare a prendere qualcosa”.

Inquadriamo il problema.

Le vene sono come dei piccoli tubi elastici dotati di valvole che spingono il sangue verso l’alto ed impediscono che rifluisca verso il basso. Il trascorrere degli anni, l’alimentazione scorretta, il fumo, l’uso continuato della pillola anticoncezionale, la scarsa attività fisica, la sedentarietà, la posizione eretta per molte ore consecutive sono alcuni dei fattori che influiscono negativamente sulla circolazione venosa.

Quando il microcircolo non funziona in modo corretto ci sono sintomi ben precisi: gambe pesanti, bruciore e prurito alle gambe, gonfiori, crampi, dolori che si riducono camminando. Infatti la mia cliente di oggi mi raccontava che negli ultimi mesi ha cominciato a soffrire di dolori e pesantezza alle gambe, principalmente ai polpacci. Questi dolori sono simili a irrigidimento muscolare o crampi, accompagnati talvolta da formicolii e sensazioni simili a “punture di spillo”. Soprattutto dietro alle ginocchia, mi ha spiegato, le vene sono piuttosto visibili, ma non rilevate. “Quando resto per diverso tempo in piedi avverto una fastidiosa sensazione di intenso calore ai piedi accompagnata da vasodilatazione e formicolii. Mi potete aiutare?”

Un primo passaggio è rappresentato dalla scelta dello stile di vita. Cercate di camminare almeno mezz’ora al giorno, seguite un’alimentazione sana ed evitate il fumo perché queste sono condizioni necessarie per prevenire i danni al sistema venoso. In più, un valido aiuto può essere rappresentato dall’utilizzo di creme e gel per la circolazione. E’ importante fare attenzione all’applicazione: il massaggio sulle gambe si effettua dal basso verso l’alto, fino all’inguine. Facendo una debole pressione circolare man mano che si progredisce nel massaggio.

Inoltre è possibile aiutare l’organismo con specifici integratori a base di sostanze naturali, di polifenoli da vite rossa, utili nel caso di gambe pesanti e a base di ippocastano e meliloto, utile per favorire la funzionalità del microcircolo. Oggi in farmacia è presente questo nuovo integratore venoso caratterizzato soprattutto dalla presenza di OXIP®: un forte complesso antiossidante derivato dal mirtillo con una forte attività capillaroprotettore che sicuramente potrà aiutare molte donne a risolvere questi piccoli problemi.


Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*